Petitchef

Torrone morbido alle mandorle, nocciole e pistacchi

Dessert
13 porzioni
1 ora
13 ore
Difficile
  • Torrone morbido alle mandorle, nocciole e pistacchi
  • Torrone morbido alle mandorle, nocciole e pistacchi, foto 2
  • Torrone morbido alle mandorle, nocciole e pistacchi, foto 3
  • Torrone morbido alle mandorle, nocciole e pistacchi, foto 4
  • Torrone morbido alle mandorle, nocciole e pistacchi, foto 5
  • Torrone morbido alle mandorle, nocciole e pistacchi, foto 6
  • Torrone morbido alle mandorle, nocciole e pistacchi, foto 7
  • Torrone morbido alle mandorle, nocciole e pistacchi, foto 8
  • (4.54/5 - 13 voti)
  • 1
Torrone morbido alle mandorle, nocciole e pistacchi
 
A Cremona domenica c' era la star delle star: il torrone.
Ne ho approfittato per fare un giretto in questa splendida cittadina addobbata per la Festa del Torrone: bancarelle, luci di Natale, negozi di lunga annata aperti e artisti di strada.
Tutto circondato da un profumo delizioso di miele zucchero e frutta secca tostata: insomma, profumo di torrone.

Ingredienti

Numero di porzioni: 13
360gr di zucchero semolato

30 gr di glucosio

120gr di acqua

240gr di miele

60 gr di albume

30 gr di zucchero

800 gr di frutta secca (a piacere ; io ho scelto mandorle, nocciole e pistacchi)

2 fogli di ostia (se non li avete potete usare la carta da forno)

Termometro da cucina (indispensabile per la realizzazione di questa ricetta!)

Preparazione

  • In un pentolino aggiungere acqua, zucchero e sciroppo di glucosio, portandolo a cottura alla temperatura di 144°.

    In un altro pentolino portare il miele alla temperatura di 124°.
  • Mentre i liquidi raggiungono la temperatura indicata, iniziate a montare gli albumi con i 30 gr di zucchero semolato a velocità media.

    Una volta che lo zucchero ha raggiunto la temperatura, aggiungerlo all' albume, a filo, un po' per volta, continuando ad amalgamare.
  • Aggiunto lo zucchero passiamo all' aggiunta del miele, sempre a filo della ciotola e sempre lentamente, poco per volta.

    Posizioniamo la frutta secca in una teglia e la tostiamo o in forno o nel microonde, cercando di mantenerla calda.
  • Una volta che il composto è ben montato e lucido, aggiungiamo la frutta secca calda, se possedete un' impastatrice amalgamate il tutto con lo strumento "foglia" altrimenti, come me, mescolate con una spatola fino a raggiungere una consistenza semi- solida, che inizia a raffreddarsi.

    Prendete un foglio di ostia e posizionatelo sul fondo di una teglia di alluminio usa e getta o sulla base di un ring di ferro.
  • Se non avete il foglio di ostia usate pure la carta da forno.

    Aggiungete l' impasto e con l' aiuto delle mani, unte di olio per facilitare la manipolazione dell' impasto.
  • Posizionate il secondo foglio di ostia in superficie e create una leggera pressione così da compattare il torrone.

    Lasciatelo raffreddare per circa 12- 13 ore in frigorifero, posizionando un peso in superficie, un libro o un oggetto pesante, che crei peso al torrone e leghi i fogli di ostia al composto.
  • Una volta freddo è pronto per essere tagliato nella forma che più preferite, nella forma tradizionale (come ho fatto io) oppure in forme simpatiche e diverse.

    Per facilitare il taglio consiglio di ungere la lama del coltello con un po' di olio prima di tagliare.

    Se desiderate un torrone più duro il procedimento è lo stesso, l' unica accortezza è di far cuocere, dopo l' aggiunta della frutta secca, il composto ancora per circa 20 minuti, così da solidificarsi ancora di più.


Commenti dei membri:

ILMODODIANNARE, 10/12/2013

Bello da vedere è ottimo da mangiare

(0) (0) Abuse

Vota questa ricetta:

Ricette simili


Ricette

Articoli correlati

Dolci alle mandorle: le migliori ricette selezionate per voi!Dolci alle mandorle: le migliori ricette selezionate per voi!Dolci alle nocciole: ricette facili e goloseDolci alle nocciole: ricette facili e goloseNatale nella cucina regionale: le ricette della BasilicataNatale nella cucina regionale: le ricette della Basilicata

Menù del giorno

Ricevere il menù del giorno:

Domanda del giorno
Quanto tempo prima scegli il menu per il Pranzo di Natale?
Vota