Petitchef

Maritozzi pugliesi

Giusto per non creare fraintendimenti…
Qui in Puglia i maritozzi nulla hanno a che fare con quelli romani tradizionalmente farciti con una nuvola di panna montata.
Si tratta invece di sofficissime trecce di pasta dolce, vendute nei panifici e nelle pasticcerie.
Ho ancora il ricordo da bambina di quando, con vorace golosità, addentavo quelle morbidissime briochine rivestite da un velo di zucchero semolato.
Dessert
8 porzioni
3 ore
20 min
Difficile

Ingredienti

8

Per circa 9-10 maritozzi:

Ed ancora:

Preparazione

  • Nella ciotola planetaria (o a mano) mescolare prima le polveri e poi aggiungere i liquidi POCO ALLA VOLTA (aggiungete solo quello che le vostre farine assorbiranno, altrimenti vi ritroverete un impasto ingestibile).

    In ultimo inserire il burro morbido e lavorare a lungo in modo da ottenere un impasto morbido ma non appiccicoso.
  • Formare una palla e metterla a lievitare in una ciotola imburrata, lontano da correnti d’aria, per 45 minuti (o comunque fino al raddoppio – magari in pieno inverno anche un’oretta).
  • Trascorso questo tempo, riprendere l’impasto, rovesciarlo sulla spianatoia infarinata e dare le pieghe

    Stendere leggermente un lembo di pasta e poi riportarlo al centro.
    Prendere l’angolo che si è formato a destra, stenderlo leggermente e riportarlo al centro.
    Prendere l’altro angolo che si è formato sempre a destra, stenderlo leggermente e riportarlo al centro.Continuare in questo modo fino a chiudere il giro.
  • Rivoltare delicatamente l’impasto, lasciando le pieghe sotto, e farlo riposare per circa un quarto d’ora sulla spianatoia appena infarinata, coperto con un canovaccio.Trascorso questo tempo, riprendere la pasta e dar la forma di treccine.
  • Sistemare man mano i maritozzi ben distanziati su una teglia rivestita con un foglio di carta forno.
  • Spennellarli con la miscela di acqua e latte (conservare quella che avanzerà) e farli dare lievitare fino al raddoppio (per me 45 minuti in una giornata di primavera).
    Spennellarli nuovamente con la miscela di latte e acqua e cuocere in forno a 180 per circa 20 minuti (o comunque finchè non prenderanno un bel colore dorato – per me nella parte medio bassa del forno).
  • Una volta sfornati, i maritozzi andranno spennellati per la terza volta sempre con la stessa miscela di latte e acqua ed in ultimo cosparsi con dello zucchero semolato.

Consigli:

Il lievito madre può essere eventualmente sostituito con 20gr di lievito di birra fresco (oppure 5-6 g di lievito di birra disidratato), diminuendo di poco i liquidi (regolatevi sempre a seconda dell’assorbimento).

Domande:




Commenti dei membri:

07/03/2015

Sembra buona, la proverò e poi vi farò sapere

(0) (0) Abuso
11/01/2015

Da provare

(0) (0) Abuso
09/05/2013

Maritozzi

(1) (0) Abuso
palma59, 09/05/2013

Grazie! La cercavo da tanto! L'avevo chiesta anche alla "vecchia" fornaia di tanti anno fa, ma suo marito è morto e lei non ricorda più nulla... ricorda solo che ci metteva anche un pochino di malto e la farina americana( mannitoba)....magari io ci provo a mettere qualche grammo di malto... ricordo ancora il profumo.....

(1) (0) Abuso
09/05/2013

Buonissimi

(2) (0) Abuso

Vota questa ricetta:
Genera un altro codice di sicurezza  = 

Ricette simili

Ricetta Indivia al gratin con prosciutto
Indivia al gratin con prosciutto
4 porzioni
50 min
facile
4.7 / 5
Ricetta Tortellini in brodo aromatico di pomodoro
Tortellini in brodo aromatico di pomodoro
3 porzioni
25 min
facile
2.3 / 5
Ricetta Pasta choux - preparazione bigné
Pasta choux - preparazione bigné
12 porzioni
35 min
facile
4.7 / 5

Ricette

Articoli correlati

San Giuseppe: i dolci da preparare per la festa del papà San Giuseppe: i dolci da preparare per la festa del papà

Menù del giorno
Domanda del giorno
Quante volte a settimana mangi verdura?
Vota