Petitchef

Capriolo alla clori

Portata principale
8 porzioni
2 ore
2 ore
Difficile
Una vecchia ricetta di famiglia, è elaborata e richiede una lunga cottura (come deve essere per la selvaggina da pelo) ma il risultato è garantito. Perfetta se servita con polenta e funghi, è altrettanto golosa (e più leggera) se accompagnata da spatzli bianchi.

Ingredienti

8

Per la marinata:

Ingredienti per il "brodo":

Ingredienti per la cottura:

Preparazione

  • Procedimento per la marinata da fare il giorno prima: disossare la coscia di capriolo, lasciando poca carne attaccata alle ossa.

    Pulire bene la polpa da eventuali filamenti e tendini poi tagliarla a pezzi raccogliendoli in una terrina assieme a tutte le verdure pulite e tagliate. (io ho ottenuto due kg di polpa abbondanti).

    Ricoprire tutto con mezza bottiglia di vino rosso, mescolare e lasciare macerare per almeno 24 ore.

    Mischiare almeno per due volte. Chiudere bene le ossa spolpate nella pellicola e conservarle in frigorifero.
  • Procedimento per il brodo: in una capiente pentola scaldare qualche cucchiaio di olio d'oliva e rosolarvi per due minuti le ossa prive di carne, aggiungere il bicchiere di vino rosso, due litri di acqua e le verdure pulite e tagliate a pezzi quindi portare ad ebolizione e cuocere per una ventina di minuti.
  • Procedimento per la cottura: sgocciolare i pezzi di polpa dalla marinata, lavarli e metterli in un colapasta in attesa. (il vino e le verdure vanno gettate).

    Tagliare finemente il grasso di prosciutto, spellare la salsiccia e sbricciolarla. In una casseruola scaldare un bicchiere di olio d'oliva e rosolarvi il grasso e la pasta della salciccia, aggiungere la salvia ed il rosmarino tritati finemente poi unire i pezzi di carne e rosolarli bene.

    Incoperchiare, abbassare la fiamma e lasciarli cuocere per una ventina di minuti. Tritare la cipolla, la carota ed un bel ciuffo di prezzemolo e versarlo sopra la carne assieme alle bacche di ginepro pestate, ai grani di pepe interi e alle foglie di alloro spezzate a metà.

    Togliere le ossa dal brodo e metterle nella pentola della carne versandovi anche un quarto di brodo e tutte le verdure in esso contenute. Incoperchiare e cuocere adagio per un'ora e mezza continuando ad aggiungere il brodo preparato, quando è necessario.

    Trascorso questo tempo prendere le ossa e togliere la carne rimasta attaccata, quando sono ben pulite si possono buttare.

    La poca polpa ricavata va invece pestata con un coltello e aggiunta al sugo.

    Addensare il sugo frullando metà liquido di cottura (oppure stemperandovi poca farina), salare la peparazione e continuare la cottura per altri trenta minuti. Servire!

Ricette simili

YouTube

Domande:




Commenti dei membri:

26/11/2012

Bambi o no, ...........a me mi piace !

(0) (0) Abuso
24/11/2012

VERGOGNA CUCINARE IL CAPRIOLO!!!!
E' IL BAMBI...

(0) (0) Abuso
micuzzo, 24/11/2012

Mi ha ingolosito molto la sola lettura. La provero'

(0) (0) Abuso

Vota questa ricetta:
Genera un altro codice di sicurezza  = 

Ricette simili

Ricetta Ossibuchi alla birra con spugnole e uvetta
Ossibuchi alla birra con spugnole e uvetta
2 porzioni
1 h 20 m
facile
4 / 5
Ricetta Cinghiale alla maniera di Buti
Cinghiale alla maniera di Buti
8 porzioni
14 ore
media
4.4 / 5
Ricetta Pollo alla basca - ricetta spagnola
Pollo alla basca - ricetta spagnola
2 porzioni
1 h 20 m
facile
4.2 / 5
Ricetta Riso alla feta e zucchine al limone
Riso alla feta e zucchine al limone
1 porzioni
25 min
facile
3 / 5
Ricetta Tian di verdure alla provenzale
Tian di verdure alla provenzale
4 porzioni
55 min
facile
4.3 / 5

Ricette

Articoli correlati

Natale nella cucina regionale: le ricette della Valle d'Aosta Natale nella cucina regionale: le ricette della Valle d'Aosta I migliori 15 dessert a base di ricotta I migliori 15 dessert a base di ricotta Dolci alla Nutella. Le ricette più golose che avete mai provato! Dolci alla Nutella. Le ricette più golose che avete mai provato!

Menù del giorno

Ricevere il menù del giorno:
Domanda del giorno
Cosa mangiate di solito per cena?
Vota