Non sei ancora iscritto?
Password dimenticata ?  

Seppie con carciofi, taccole, zucchini, olive nere

(3.00/5 - 3 voti)

1 come

piatto unico di pesce

Seppie con carciofi, taccole, zucchini, olive nereTipo di ricetta: Portata principale
Numero di porzioni: 2 porzioni
Tempi di preparazione: 30 Minuti
Tempi di cottura: 1 ora
Pronto a: 1 h, 30 m
Difficoltà: Media
Ingredienti:

Seppie fresche (la quantità a scegliete voi in base a quanto “magnate”)
Un carciofo
Una manciata di taccole
Una zucchina piccola
2 spicchi d’aglio
Olio di oliva
Olive nere taggiasche
Vino bianco q.b.
Sale e pepe q.b.
Preparazione:

Tappa 1: Se non siete andati a prendere il pesce al supermercato, bensì in una pescheria o in piazza, probabilmente vi avranno già pulito le seppie. Altrimenti apritele, togliete l’osso interno e lavatele. Prendete il ciuffo, eliminate gli occhi e tagliuzzate il tutto a striscioline (i ciuffi sminuzzateli un po’ perché restano più “nervosi”).

Tappa 2: Preparate in una padella un soffritto con un cucchiaio d’olio di oliva e due spicchi d’aglio pelati. Gettate le seppie a fuoco vivo e sfumate con il vino bianco. Usate il vino che preferite: lo so che i grandi chef dicono che bisogna usare un vino di buona qualità, ma alla fine l’alcol e gli aromi durante la cottura vengono eliminati e resta giusto il ristretto del vino. Ora, a meno che non dobbiate realizzare un risotto allo champagne o un dessert al passito di Pantelleria, secondo me per un piatto di media cottura un vino bianco da tavola va benone.

Tappa 3: Fate cuocere le seppie in base alla consistenza della carne: se sono grosse e fresche, probabilmente mezzora sarà sufficiente. Se si tratta di seppioline o pesce surgelato, potete continuare per un’oretta, assaggiando di tanto in tanto il livello di cottura (ricordate che più il cibo cuoce, più perde i suoi valori nutritivi). Aggiungete un pizzico di sale, ma proprio poco perché il pesce di mare è già salato di suo, e del pepe se vi gusta.

Tappa 4: Altra padella per le verdure: fate soffriggere aglio e olio nella stessa quantità usata per le seppie. Mondate i carciofi: sapete come si fa, vero? Via le foglie esterne, via il gambo, via le punte. Tenete solo il cuore del carciofo ed eliminate anche la peluria interna, poi tagliatelo a fettine sottili. Poi prendete il gambo, privatelo della sua parte esterna e tagliuzzatelo. Come mi ha insegnato una fruttivendola di Varazze, sconvolta perché volevo che mi eliminasse i gambi pieni di spine per proteggere le mie manine sante, proprio lì si concentra il vero aroma del carciofo (ma quante ne sanno i liguri!)
Già così la ricetta è super, ma potete aggiungere anche una manciata di taccole fresche (da pulire, sbollentare e tagliare a tocchetti) o Bonduelle (ma solo se non le trovate fresche, nè?) e una piccola zucchina da tagliare a rondelle sottili.
Fate saltare le verdure per 5 minuti in una padella, aggiungere il sale e poi unitele alle seppie.

Tappa 5: Per finire, aggiungete un cucchiaio di olive nere taggiasche conservate sottolio.

Tappa 6: Tutte le foto delle tappe di preaparazione sul mio blog:
http://guladelamajun.blogspot.it/2012/04/le-mie-ricette-seppie-alla-moda-di.html



Stampa questa pagina
Da guladelamajun (Vedere il suo sito)






Vota questa ricetta:

Commenti dei membri:

5 / 5

Ottime :)

|
(0) (0)segnala spam


Ricette simili


Articoli correlati

Ingrediente del mese di dicembre: il carciofoIngrediente del mese di dicembre: il carciofoNatale nella cucina regionale: le ricette del MoliseNatale nella cucina regionale: le ricette del MoliseNon la solita zuppa: 15 modi per riscaldarsi con il cibo!Non la solita zuppa: 15 modi per riscaldarsi con il cibo!


Cooking Unit Converter



Gustosissima oppure Una schifezza

Cordon blue al rosmarino

Cordon blue al rosmarino
una schifezza
gustosissima

Domanda del giorno

Quale vorreste che fosse l'ingrediente del mese di gennaio?
Vota