Petitchef

La pinza triestina

Altro
4 porzioni
15 min
30 min
facile

Ingredienti

Numero di porzioni: 4
-50 g lievito di birra

600 g farina Manitoba Molino Chiavazza

75 g acqua tiepida


175 g zucchero

5-6 g di sale

aroma di vaniglia Bourbon Flavourart

2 tappi di rum "Creola"

la scorza grattugiata di un limone e di un arancio (biologici o non trattati)

60 g burro

Preparazione

  • Prima di tutto vi svelo qualche trucco.
    Gli ingredienti devono essere a temperatura ambiente e non freddi di frigo!!
    Il burro va fuso e naturalmente non deve essere unito caldo all'impasto, ma deve
    essere tiepido (meglio fuso a bagnomaria).
    Inoltre, le uova utilizzate nell'impasto sono 3 intere e 1 tuorlo (rosso), l'albume avanzato serve a spennellare la pinza prima di metterla in forno.
    L'ambiente dove viene lavorata e lievitata la pinza deve essere caldo, perciò senza giri d'aria.
  • In un contenitore abbastanza grande stemperare con l'acqua tiepida il lievito, un cucchiaio colmo di zucchero e uno di farina e lasciar lievitare coperto da canovaccio fino a quando il composto diventa come una spuma gonfia e doppia in volume.
    Mescolare delicatamente ogni tanto con un cucchiaio di legno.
    Quindi unire le uova, mescolando ad ogni uovo, lo zucchero, il sale, gli aromi e la scorza grattugiata del limone e dell'arancia.
    Dopodiché aggiungere la farina e mescolare sempre nella terrina. Per ultimo aggiungere poco alla volta il burro fuso tiepido e mescolare fino ad incorporarlo.
  • L?impasto deve risultare duro da mescolare, non cedere alla tentazione di
    aggiungere acqua per ammorbidirlo.
    A questo punto nella terrina ci si ritrova un impasto piuttosto molle ma compatto.
    Rovescialorlo sulla tavola di legno infarinata e lavorarlo velocemente e per poco tempo .
    Ogni tanto, se si appiccica alle mani mettere un po' di farina, non troppa perché comunque l'impasto non deve risultare duro.
    Rimettere l'impasto nella terrina e lasciarlo lievitare in luogo caldo, coperto da un
    canovaccio, da una a tre ore, dipende dalla temperatura, finché si gonfia e raggiunge il doppio in volume. Rimettere sulla tavola di legno e rimpastarlo velocemente.
    Se si appiccica alle mani, mettere un po' di farina, ma solo poca.
  • Attenzione a non farlo prendere freddo. Rendilo tondeggiante e mettilo a lievitare
    sulla carta forno o altro che poi metterai direttamente in forno.
    Non mettere la pinza a cuocere in una teglia con bordi alti, vanno meglio le piastre.
    Farla lievitare al caldo e coperta con un canovaccio per due ? tre ore.
    Prima di metterla in forno, spennellarla con il bianco d'uovo che avevevate messo da parte. Poi, con le forbici, fare dei profondi tagli a zigzag partendo proprio dal bordo formando la classica Y.
  • Non aver paura di far tagli profondi, più profondi sono, più la pinza viene bella.
    Infornarla a forno caldo 175° per 55-60 minuti.
    Se per caso la pinza dovesse diventare troppo scura prima di fine cottura, metterle sopra un foglio di alluminio.
    Per verificare se è cotta, usare uno stuzzicadenti o, meglio, un bastoncino di quelli che si usano per gli spiedini.

Domande:






Vota questa ricetta:

Ricette simili

Ricetta Pinza dolce di uva fragola
Pinza dolce di uva fragola
5 porzioni
1 ora
facile
4.5 / 5
Ricetta Pinza
Pinza
8 porzioni
2h20m
facile
4.5 / 5
Ricetta Pinza alla marmellata
Pinza alla marmellata
4 porzioni
15 min
facile
4 / 5
Ricetta Brioche della Befana (Roscon de Reyes)
Brioche della Befana (Roscon de Reyes)
10 porzioni
4h25m
media
4.4 / 5
Ricetta Torta di crêpes con crema al limone
Torta di crêpes con crema al limone
8 porzioni
1 ora
facile
4.5 / 5
Ricetta Babà al Rum, la ricetta spiegata passo a passo
Babà al Rum, la ricetta spiegata passo a passo
12 porzioni
4h20m
Difficile
4.7 / 5

Ricette

Menù del giorno

Ricevere il menù del giorno:

Domanda del giorno
Su quale social ci seguite maggiormente?
Vota