Petitchef
Non sei ancora iscritto?
Password dimenticata ?  
PETITCHEF
Ricerca avanzata

L'angelica Delle Sorelle Simili

da (Vedere il suo sito)




Benritrovati,anche se sono senza fotocamera non ho smesso di pasticciare e oggi ho fatto l'angelica insieme alle ragazze del forum piu' dolce che ce',abbiamo fatto il laboratorio,ed io le foto le ho fatte con il telefonino...

La ricetta è:
Ingredienti:
lievitino
135 gr farina manitoba(io ho fatto una altra salata con farina 00)
13 gr lievito
75 gr acqua

impasto
400 gr farina manitoba
75 gr zucchero
120 gr latte tiepido
3 tuorli
1 cucchiaino sale
120 gr burro

per ripieno
100 gr uva sultanina
100 gr scorza arancia candita(io ho omesso i canditi e ho usato le gocce di cioccolato)
50 gr burro fuso

Prima di tutto prepariamo il lievito con gli ingredienti sopra elencati e lasciamolo riposare per trenta minuti in un luogo asciutto.
In una ciotola mettiamo la farina, il latte, i tuorli, lo zucchero, il sale e il burro e formiamo una pasta bella morbida. Rovesciamo su un tavolo e uniamo a questo impasto il lievitino maneggiando il tutto fin quando i due composti si sono completamente amalgamati tra loro. Lasciamo lievitare un'ora e mezzo.
Rovesciamo su un tavolo l'impasto e stendiamolo formando un rettangolo di 2-3- millimetri di spessore. Pennelliamo abbondantemente con il burro fuso cospargendo il rettagolo di uva e scorze. Arrotoliamo il lato piu' lungo. Tagliamo questo rotolo a metà per il lungo con un coltello affilato e sottile. Separiamo delicatamente i due pezzi, giriamoli tenendo il lato tagliato verso di noi e formiamo una treccia facendo in modo che la parte tagliata rimanga il piu' possibile all'esterno. Mettiamo su una teglia da forno e chiudiamo a ciambella. Pennelliamo con il burro fuso e facciamo lievitare ancora per 30-40 minuti. Cuociamo a 200° per 20-25 minuti.



Imprimer cette page




Annota questa ricetta:


Ricette simili


Articoli correlati



Cooking Unit Converter



Gustosissima oppure Una schifezza

Torta pere e cioccolato

Torta pere e cioccolato
una schifezza
gustosissima