Petitchef

Gnocchi alla Romana e Palline di semolino allo zafferano e formaggio di Giulia per MTC

Di Daniela

Conosco la signora Franca da quando ero piccola: milanese, elegante, mamma a tempo pieno di 4 figli (di cui 3 maschi), padrona di casa perfetta e ottima cuoca. Questa è l'immagine che ho in mente da srmpre e devo dire che le (poche!!) ricette che sono riuscita a carpire a sua figlia, mi hanno semprre più confermato in questo mio pensiero. E' ancora leggenda qui in casa il suo patè, che prepara per il pranzo di Natale e che Giulia mi ha trascritto in una lettera (ancora si usava così....notte dei tempi, eh!!) che ancora conservo inserita nel mio "album" di ricette giovanili.... Tutto questo per dirvi che, dopo aver nicchiato per un po' Giulia si è  decisa ancora a partecipare, come ospite, all'MT challenge di questo mese, proprio con la ricetta degli gnocchi di semolino di  sua mamma e ce ne ha fornite addirittura due versioni!! Come sempre in questi casi lascio la parola a lei e alla "loro" interpretazione del classico piatto. Buona serata a tutti.
Gnocchi alla Romana e Palline di semolino allo zafferano e formaggio.
gnocchi 001
La mia mamma era una gran cuoca, ora lo so. Lo sarebbe ancora adesso se non avesse qualche problema di deambulazione, ma tant?è; ora sono io a cucinare per lei, la domenica. E per quanto lei amasse la cucina veloce, poveretta, con 6 bocche fameliche da nutrire mattina e sera era veramente brava. E la prova l?ho avuta oggi. Gli gnocchi alla romana sono sempre stati piatto di famiglia, da sfoggiare nelle migliori occasioni: Natale e compleanni vari. Per me e i miei fratelli era sempre una gran festa, ma non bastavano mai e io che ero la più piccola mi ritrovavo sempre con solito bontempone (Luca) che mi diceva ?guarda là?; io ignara mi giravo e quando lo sguardo tornava sul piatto era pressoché vuoto?Lo so ero torda, e lo sono ancora adesso.
Divago, ma in quei giorni di gnocchi alla romana io amavo mettermi in un cantuccio della cucina e guardare lei che li faceva, stando zitta, perché da brava chimica lei pesava tutto al millesimo e se parlavo la distraevo. E tutto sommato non mi sembravano neanche difficili da fare, fino a oggi. Non li ho mai fatti perché il pargolo non li ama (e qui non ha preso da me) ed essendo in due...
Il là me lo ha dato un treno perso, assieme alla pastiera verace per la Dani, e una giornata di ferie tutta da riprogrammare. Sono andata a chiedere lumi sulla ricetta di famiglia e mia madre mi ha illuminato sciorinando a memoria la ricetta.

320 grammi di semolino
1 litro e mezzo di latte
2 uova intere
50 grammi di parmigiano
Sale pepe noce moscata
Burro e parmigiano per condire.

Ho fatto bollire il latte, ho unito il semolino, girando, girando, girando, e mano a mano che giravo e questo diventava più duro, mi sembrava di essere in una colonia penale, tanto era faticoso! Dopo i canonici 20 minuti ero a pezzi, ricordando che quando lo girava la mamma mi sembrava fresca come una rosa. E già lì ho cominciato a rivalutare le doti della mamma. Ho unito uova e parmigiano e poi, come da manuale, li ho stesi sul piano del tavolo (avercelo il tavolo in cucina 70 cm scarsi di spazio) dopo averlo bagnato abbondantemente di acqua. Per appiattirlo a spessore 1 cm avrei dovuto usare la lama del coltello bagnata, ma diciamo che l?operazione non è venuta perfettamente. Eppure sempre quando lo faceva mia madre sembrava che il coltello volasse?
Superato questo secondo trauma, siamo arrivati a terzo. Una volta raffeddati, fare dei tondini con apposito strumento (tazzina di caffè) e metterli una pirofila. Ne fosse venuto su uno senza farmi penare, ho dovuto lottare per ogni singolo gnocco e qui basta la mamma ora sembra wonder woman. Completate le innumerevoli pirofile (3), le ho cosparse di parmigiano e fiocchetti di burro e le ho messe in forno. Buoni sono buoni ma mai più?li riconsegno ai ricordi, stimando sempre più quella santa donna!
Palline di semolino allo zafferano e formaggio

palline 004
Un ?arancia? e mezza di impasto di gnocchi
2 cucchiai di parmigiano
Pangrattato
Olio per friggere.
Per la salsina
100 cc di latte
50 gr. Di fontina dolce tagliata a pezzetti
Mezzo cucchiaino di maizena sciolto in acqua
Sale pepe
Una bustina di zafferano

Quando sono arrivata al momento di stendere l?impasto dei gnocchi sul tavolo, mi sono accorta che era veramente tanto, allora ne ho tenuto da parte un po?, gli ho messo un altro paio di cucchiai di parmigiano e ne ho fatte delle palline, passandole poi nel pangrattato unito a dell?altro parmigiano.
Le ho poi fritte per un paio di minuti in olio bollente.
Nel frattempo ho fatto bollire 100 cc di latte con dentro 50 grammi di fontina tagliata a pezzettini, ho aggiunto sale e una dose abbondante di pepe, un mezzo cucchiaino di maizena sciolta in acqua e una bustina di zafferano; L?ho fatta sobbollire per un pochino e devo dire che ne è uscita una salsina niente male. E così anche con questa partecipo all?MTchallenge di Aprile, questa volta in concorso!

Giulia








Vota questa ricetta:
Genera un altro codice di sicurezza  = 

Ricette simili

Ricetta Gnocchi alla romana (rivisitati)
Gnocchi alla romana (rivisitati)
3 porzioni
30 min
facile
Ricetta Gnocchi alla romana - ricetta laziale
Gnocchi alla romana - ricetta laziale
6 porzioni
45 min
facile
4.3 / 5
Ricetta Gougères al formaggio
Gougères al formaggio
15 porzioni
45 min
facile
4.7 / 5
Ricetta Risotto capesante e zafferano
Risotto capesante e zafferano
2 porzioni
50 min
media
4.3 / 5
Ricetta Gnocchi di patate dolci
Gnocchi di patate dolci
4 porzioni
40 min
facile
4.8 / 5

Ricette

Articoli correlati

Gnocchi: le ricette più sfiziose da preparare a casa Gnocchi: le ricette più sfiziose da preparare a casa Ricette con lo zafferano: 15 portate per deliziare vista e gusto Ricette con lo zafferano: 15 portate per deliziare vista e gusto Le 6 migliori ricette della Cucina Romana Le 6 migliori ricette della Cucina Romana

Domanda del giorno
Che frutta comprate più spesso in questo periodo?
Vota