Non sei ancora iscritto?
Password dimenticata ?  

Alla scoperta degli antichi sapori cilentani.

Da Mollica di Pane
(4.50/5 - 2 voti)

1 come

Da sempre ho desiderato avere una nonna che mi trasmettesse il suo sapere, soprattutto in ambito culinario, poiché la mia dolce nonnina era in gamba, ma non sapeva neanche dove fosse di casa la cucina; altre erano le sue passioni. Tutto ciò che ho appreso nel campo della cucina, specialmente per quanto riguarda le ricette tradizionali, le ho apprese durante il mio vagabondare nei paesini della provincia, ponendo mille domande a persone esperte e poi mettendo in pratica.
Potete immaginare, quindi, la mia gioia quando ho conosciuto Nonna Filomena ed ho imparato semplicemente osservandola.

Nonna Filomena

Nonna Filomena, che donna energica!!!
La guardavo estasiata, ne studiavo ogni prezioso movimento ed ascoltavo le sue parole come una bimba ascolta una fiaba, cercavo insomma di rendere prezioso ogni istante della sua compagnia, emozionandomi quando vedevo le sue mani esperte che con dolcezza e determinazione riuscivano ad impastare e modellare il duro impasto dei fusilli, preparato con due kg e mezzo di farina.

Impasto fusilli

Della durezza di quell?impasto io e Consuelo ne sappiamo qualcosa, vero Consuè???
E che soddisfazione quando, dopo avermi visto impastare o "smatterellare" mi diceva:" Ma tu ci sai fare con gli impasti..."
Nonna Filomena è la nonna di Verena, la mamma di Giancarlo e la suocera di Linda, proprietari di Villa Nigro, che hanno accolto me e mio marito, da subito, come se fossimo amici di vecchia data.
Nonna Filomena è colei che, durante il fine settimana scorso, mi ha insegnato, tra le altre cose, a fare i fusilli col ferretto, guidando con dolcezza e pazienza me e la cara e simpatica Consuelo alla scoperta della Cucina Cilentana, durante un corso organizzato a Laureana, alle porte del parco del Cilento, dall?Associazione Culturale Arte e Parte in collaborazione con Villa Nigro, una bellissima casa colonica ristrutturata del 700, dove io e mio marito abbiamo dimorato, e Casale San Martino, che purtroppo non ho avuto il piacere di visitare.
Immaginate di svegliarvi la mattina al canto del gallo, affacciarvi alla finestra e vedere un simile panorama, l?azzurro del mare, il verde lussureggiante e selvaggio delle colline cilentane ed Agropoli a salutarvi?

Panorama

?dopo aver trascorso una serata tra amici dalla simpatia travolgente come Francesco e Geremia ed aver mangiato ciò che avevamo preparato, sotto la guida esperta e vigile di Nonna Filomena e di Carmela, proprietaria di Casale San Martino ed abile cuoca.
Ho preparato le lagane da accompagnare con i ceci

Lagane e ceci

Ho finalmente imparato a fare i fusilli

Fusilli

da accompagnare al ?Ragù di Fianchetto?, antica ricetta cilentana di cui ignoravo proprio l?esistenza.

Collage Ragù diFianchetto

Ho fritto le pettole alle acciughe, (acciughe sottosale fatte rigorosamente a casa da Linda) sul fuoco del camino; mai avrei pensato di friggere in un camino :D

Pettole

Ho visto porcini più grandi di una mano, raccolti da Giancarlo nel bosco limitrofo

Porcini

che uniti alle patate hanno dato vita ad un connubio meraviglioso.

Patate e porcini

Ed ancora, minestra di verdura campestre con le patate, ciambotta, il tutto condito con dell?ottimo olio del Cilento, famoso per la sua dolcezza. E poi una "marea" di dolci, da una crostata chiusa di mele, ad una caprese preparata da Daniela, ad una torta di mele affogate preparata dalla figlia di Nonna Filomena, ai dolci tipici cilentani preparati da Linda: i Mastacciuoli.

Mastacciuoli

Per non parlare della colazione biologica, in cui su fette di pane fatto col forno a legna ho spalmato il miele prodotto dalle api delle arnie della stessa Villa Nigro, e la marmellata di fichi e i biscottini di mandorle, tipo cantucci, preparati sempre da Linda.

Miele

Tutto questo in stretto contatto con la natura, dagli ulivi

Olive

Ai corbezzoli

Corbezzoli

A splendidi fiori

Ibiscus

Ed è proprio questo ibiscus che regalo virtualmente a Giancarlo, Linda, Verena, Carmela e soprattutto a Nonna Filomena, per tutto l?affetto, la gentilezza, la competenza e l?amicizia trovata.
Non so voi che farete, però di certo vi dico che io tornerò presto ai loro corsi; non me la lascio sfuggire l?occasione di preparare il pane così come si faceva una volta!



Imprimer cette page
Da Mollica di Pane (Vedere il suo sito)






Vota questa ricetta:

Commenti dei membri:

4 / 5

Quando si parla di funghi non ci vedo piu .ricetta ottima

(0) (0)segnala spam

Ricette simili



Cooking Unit Converter



Gustosissima oppure Una schifezza

Composta di frutta con gelato

Composta di frutta con gelato
una schifezza
gustosissima